Fatti il sito (e il backup)

La visione di Mafe è molto lucida e probabilmente anche molto realistica: «un domani i siti spariranno e resteranno solo atomi di informazione ricombinabili a piacimento».

___STEADY_PAYWALL___

Nel frattempo, però, in questo scenario che è allo stesso tempo di crisi e cambiamento, il problema dell’essere presenti nella rete dell’oggi e dell’accesso al dato e della conservazione del medesimo è un «qui e ora» di cui possiamo e dobbiamo occuparci, considerando soprattutto che c’è un grosso miglioramento rispetto al passato!

È per questo che i miei consigli – per il momento, finché non si imporranno altri standard che potranno liberarci anche da questa abitudine – sono:

  • fatti un sito (non puoi rischiare di dipendere solo da piattaforme terze che potrebbero chiudere, come Storify)
  • fatti i backup di tutto quello a cui tieni veramente, su due hard disk di due serie diverse che conservi in due posti diversi)

Sembra una banalità, ma finché la pervasività e la permanenza del web basato sulla blockchain non sarà un fatto sono due cose che dobbiamo abituarci a fare.

Insieme a produrre meno, ovviamente. A proposito, secondo me per approfondire ti interesserà questo pezzo bellissimo: Bitcoin and the Right To Be Forgotten (è su The Information a pagamento. Puoi leggerlo gratis grazie a questo link, se lasci nome-cognome-mail).